Critica Della Ragion Pratica Sintesi Gratis


Critica Della Ragion Pratica Sintesi

La breve sintesi riporta il pensiero di Kant espresso nella Critica alla ragion pratica che determina la volontà e l’azione morale. Ogni azione, per essere morale, non deve essere guidata dalle contingenze o da considerazioni personali, ma da quella legge morale universale che è presente nell’uomo.

Caratteristiche della legge morale universale

Le azioni umane sono secondo Kant sono determinate da due principi: massime ed imperativi
Le massime sono soggettive
Gli imperativi sono oggettivi ed universali e si dividono in Ipotetici e categorici.
Gli imperativi ipotetici valgono in funzione di un fine.
Gli imperativi categorici sono invece universali e sono la forma che guida le azioni umane.
Anche la morale, come la conoscenza, non dipende dal suo contenuto, ma dalla sua forma.

Libertà

La legge morale è universale, tuttavia l’uomo che vive tra sensibilità e ragione, è posto sempre di fronte alla scelta e può trasgredirla. E’ necessario tendere in ogni azione verso la legge morale universale in quanto l’uomo che non segue l’imperativo categorico nega se stesso come essere razionale.

Postulati della ragion Pratica

Si agisce moralmente non per ottenere un premio ultraterreno, ma per essere degni della felicità che purtroppo non sempre e congiunta alla virtù. Per saldare questa frattura Kant ricorre ai postulati, ovvero a quegli elementi quali causalità, immortalità dell’anima e Dio, che sono un' esigenza della ragione per agire moralmente, ma che non possono essere dimostrati.
Tali postulati non sono dunque delle verità, ma sono delle realtà morali che indirizzano l’agire dell’uomo.

Risorse gratis correlate in appunti di filosofia o anche in Riassunti gratis.


Cosa ne pensi di questa risorsa ?

0 voti +




Opinioni e commenti su Critica Della Ragion Pratica Sintesi



Gli amici di Gratis 360

News Giochi Risposte Video
    Loading