Napoleone Bonaparte Riassunto Gratis


Napoleone Bonaparte Riassunto

Riassunto gratuito di Napoleone Bonaparte l’ abilissimo condottiero che dal novembre del1799 al giugno del 1815 governa la Francia. Pur governando con sistemi dispotici Napoleone riesce a guadagnarsi una ampia base di consenso ristabilendo l’ordine in Francia, riconciliando lo stato con la Santa Sede, promulgando un codice Civile adeguato alle esigenze della nuova società borghese e ristabilendo con le forza delle armi l’egemonia francese in Italia ed in gran parte dell’Europa.

Le tappe dell’ascesa e del declino di Napoleone

1796 Prima campagna di Italia. Grazie alle sue doti militari ed all’appoggio dell’amante Giuseppina Beaubarnais, Napoleone ottiene dal Direttorio l’incarico di scendere in Italia dove sconfigge i piemontesi, costretti all’armistizio di Cherasco col quale cedono alla Francia Nizza e Savoia, e gli austriaci che si vedono costretti a firmare la Pace di Campoformio col quale, in cambio del Veneto, cedono alla Francia la Lombardia e il Belgio. In Lombardia si forma la Repubblica Cisalpina mentre i giacobini italiani con l’appoggio francese fondano la Repubblica di Genova e la Repubblica Romana.

1798 Spedizione in Egitto e ritorno a Parigi. Napoleone, forte dei successi in Italia ottiene dal Direttorio di condurre una spedizione in Egitto per strapparlo all’Impero Turco e bloccare in tal modo i rapporti tra l’Inghilterra ed i suoi possedimenti in India. Napoleone salpa per l’Egitto, si impadronisce di Malta, ma viene sconfitto ad Abukir dalla flotta inglese guidata dall’ammiraglio Nelson. Contemporaneamente si forma una seconda coalizione militare contro la Francia cui partecipano Inghilterra, Russia, Austria, Impero Turco ed il Regno di Napoli. I francesi sconfiggono i Borboni e a Napoli si forma la Repubblica Partenopea, ma vengono sconfitti dagli austro russi, il Direttorio si trova quindi esposto ad una violenta opposizione. Napoleone allora rientra tempestivamente in Francia perché capisce che stanno ormai per decidersi le sorti della repubblica. Accolto dalla folla come salvatore della patria assume il comando di tutte le forze armate e a Parigi, il 18 brumaio attua il colpo di stato.

1799 colpo di stato. Il 19 brumaio viene convocata l’assemblea generale a Saint Cloud dove con la forza dei suoi granatieri, Napoleone costringe i deputati ad affidargli la carica di console insieme a Sieyes e Ducos. Con la promulgazione della costituzione dell’anno VIII Napoleone diviene console a vita in carica dieci anni con grandissimi poteri.

1800 Seconda campagna d’Italia. Il 2 giugno Napoleone scende in Italia per affrontare gli austriaci impegnati nell’assedio di Genova, li sconfigge a Marengo ed ad Hohenlinden in Germania. In seguito alle vittorie riportate dalla Francia,  Vienna abbandona l’alleanza con l’Inghilterra ed esce dalla guerra con la pace di Luneville che ribadisce quanto stabilito col Trattato di Campoformio. Poco dopo anche i Borboni, sconfitti dal generale Murat, sono costretti a firmare la pace di Firenze. Ormai in campo rimane solo l’Inghilterra con la quale dopo lunghe trattative Napoleone firma la pace di Amiens.

1801 Concordato con Pio VII. Col Concordato Napoleone riconosce il cattolicesimo come religione di stato ed in cambio il pontefice non rivendica i beni confiscati alla Chiesa durante la rivoluzione.

1802 Costituzione dell’anno X. La nuova Costituzione attribuisce a Napoleone il consolato a vita e il diritto di nominare il suo successore.

1804 Napoleone imperatore dei Francesi. L’8 maggio, in seguito ad una congiura realista, il senato nomina Napoleone imperatore ed egli viene incoronato nella chiesa di Notre Dame in presenza di Pio VII. Nello stesso anno viene promulgata la costituzione dell’anno XII che sancisce una vera e propria dinastia. Il 27 marzo viene inoltre promulgato il Codice Civile che eliminava ogni residuo dell’Ancien regime e soddisfa pienamente le esigenze del capitalismo liberale.

1805 Terza coalizione. La pace di Amiens con l’Inghilterra non era destinata a durare a lungo e nel 1805 essa si fa promotrice di una terza coalizione antifrancese. Russia, Svezia e poi Austria e Regno di Napoli si alleano all’Inghilterra per contrastare la sete di dominio di Napoleone che, dopo aver trasformato la Repubblica italiana in Regno d’Italia cinge la corona Ferrea nel Duomo di Milano. Il regno viene affidato al figlio di Giuseppina, Eugenio Beaubarnais, che viene nominato vicerè.
Sempre nel 1805 Napoleone tenta di invadere l’Inghilterra e l’Irlanda ma viene sconfitto a Trafalgar dove muore l’ammiraglio Nelson, e capisce che per debellare la sua eterna nemica dovrà estendere il predominio sull’intera Europa e portare il blocco continentale alle estreme conseguenze. Napoleone sconfigge l’esercito austro-russo ad Austerlitz e costringe l’Austria alla pace di Pietroburgo. Ferdinando IV di Napoli è costretto alla fuga e il Regno di Napoli viene affidato al fratello Giuseppe, mentre il Regno d’Olanda al fratello Luigi .

Nella speranza di innescare un contrasto tra Prussia ed Inghilterra, l’imperatore assegna a Federico Gugglielmo III di Prussia l’Hannover, mentre nella Germania meridionale si fa promotore di una Confederazione Renana di cui assume la presidenza. Francesco I d’Austria è costretto a rinunciare al titolo di imperatore del Sacro romano impero e ad assumere il titolo di Imperatore d’Austria.

1806 Quarta coalizione. La Confederazione Renana è una minaccia per la Prussia che si allea con la Russia, la Svezia e l’Inghilterra a formare una Quarta coalizione contro Napoleone. La guerra è rapidissima, la Prussia subisce una dura sconfitta ad Jena e Napoleone entra a Berlino.Anche i russi vengono sconfitti e Napoleone incontra sul fiume Niemen lo zar Alessandro I e stipula la pace di Tilsit con la quale la Prussia perde i suoi domini polacchi dove vengono instaurati un Granducato di Varsavia ed un Regno di Westfalia affidato a Girolamo Buonaparte. Da Berlino Napoleone dichiara il blocco continentale.

1807 – 1808 Occupazione del Portogallo e della Spagna. Per attuare completamente il Blocco Napoleone invade il Portogallo destituendo la dinastia dei Braganza, poi occupa la Spagna e insedia sul trono di Madrid il fratello Giuseppe, mentre il Regno di Napoli, rimasto vacante, passa a Gioacchino Murat.

1809 Quinta coalizione. Mentre Bonaparte è impegnato a combattere la guerriglia spagnola, l’Austria si allea con l’Inghilterra ed attacca l’Italia e la Baviera, ma Napoleone passa al contrattacco e sconfigge i nemici a Wagram che sono costretti alla pace di Vienna con la quale l’Austria perde ogni sbocco sull’Adriatico.

1810 Napoleone sposa Maria Luisa d’Austria. Col matrimonio con la discendente di una delle dinastie più illustri d’Europa Napoleone si assicura non solo la pace con l’Austria ma anche l’erede che Giuseppina non gli aveva dato. E’ questo il periodo più felice dell’ascesa di Napoleone che è ormai padrone di gran parte dell’Europa ed ha come unica nemica, l’irriducibile Inghilterra che appoggia e finanza ogni nemica della Francia.

1812 Guerra alla Russia. Mentre all’interno della Francia serpeggia un certo malessere in tutti i paesi sottoposti lo scontento aumenta anche a causa del blocco continentale che danneggia non solo l’Inghilterra ma tutti i paesi europei e la Russia per prima comincia a violarlo apertamente. Napoleone concepisce allora il temerario piano di invadere la Russia ed estendere il suo dominio sull’Europa intera. I Russi adottano una tattica di guerriglia che rallenta l’avanzata della grande Armata. L’unica battaglia si svolge a Borodino, dove i russi vengono sconfitti e Napoleone entra in Mosca. Trova però una città deserta e distrutta da un incendio per cui è costretto a ritirarsi prima che inizi il terribile inverno.

1813 Sesta coalizione. La ritirata della Grande armata si rivela un vero disastro,  solo pochissimi uomini riescono a ritornare in patria, il prestigio di Napoleone è ormai minato tanto all’interno quanto all’estero e subito si forma una sesta coalizione che lo sconfigge a Lipsia.

1814 Napoleone abdica. Gli alleati entrano a Parigi accolti dalla popolazione e Napoleone, costretto ad abdicare, viene mandato in esilio nell’Isola d’Elba. Il regno di Francia ritorna ai Borboni con Luigi XVIII. In Italia Eugenio tenta un’ultima resistenza contro gli austriaci che però occupano la Lombardia.

1815 I Cento Giorni. Napoleone fugge dall’Elba e ritorna in Francia acclamato imperatore dallo stesso esercito che Luigi aveva mandato ad arrestarlo, arriva a Parigi mentre il re fugge, ma il suo regno dura solo cento giorni, infatti tra il 16 ed il 18 giugno, viene definitivamente sconfitto a Waterloo dagli eserciti della settima coalizione guidata da Wellington. Confinato nell’isola di Sant’Elena muore il 5 maggio del 1821. Murat dopo un ultimo tentativo di salvare il trono di Napoli viene fucilato e nel regno torna Ferdinando I re delle due Sicilie.

Risorse gratis correlate in riassunti di storia o anche in Riassunti gratis.


Cosa ne pensi di questa risorsa ?

0 voti +




Opinioni e commenti su Napoleone Bonaparte Riassunto



Gli amici di Gratis 360

News Giochi Risposte Video
    Loading